Ricetta dolce all’ananas fresco e senza forno.

Una ricetta adatta per questi ultimi giorni d’estate. Il dolce all’ananas è gustoso, facile da preparare, veloce, light e non serve accendere il forno per prepararlo.

Ingredienti

  • 60 gr fiocchi di mais
  • 40 gr burro
  • 150 gr di ricotta
  • 40 gr zucchero
  • 2 fette di ananas
  • 1 cucchiaino di agar agar
  • mezzo bicchiere di latte. Io ovviamente uso il latte di soia.

Partiamo con la ricetta

La base

Unisco il burro fuso (sciolto a bagno maria) con i fiocchi di mais sbriciolati. Compatto il composto ottenuto sulla base della tortiera e metto a riposare in frigo.

La crema

Come facciamo la crema? mescolo bene lo zucchero con la ricotta. Aggiungo l’ananas pulito e fatto a pezzetti piccoli. Prendo poi un pentolino e scaldo il latte con l’agar agar per circa tre minuti. Con l’unione dei due composti la crema è pronta.

Posso aggiungere a piacere gli ingredienti che desidero come scaglie di cioccolato per i più golosi, o cannella per chi vuole un dolce light. Pinoli, banana, cocco, sì insomma spaziate con la fantasia e non abbiate paura!

Verso la crema ottenuta sulla base raffreddata ed ecco fatto, la torta all’ananas è pronta! Basta solo farla riposare in frigo per qualche ora, il tempo che si solidifichi.

La servo

Taglio una bella fetta e la dispongo in modo carino con l’aiuto di scaglie di cioccolato fondente, che danno colore oltre che gusto.

la fetta

L’assaggio

il gusto è fresco e delicato. Una fetta non basta e si passa subito alla seconda un po’ perché non stucca e un po’ perché è talmente leggera che non hai nemmeno il senso di colpa.

Si accosta bene con il cocco o con la menta che la renderebbero ancora più fresca e con quella nota di esotico ed estivo.

Attenzione che la croccantezza dei fiocchi di mais non dura a lungo ed il giorno dopo la base già risulta molto morbida. Quindi.. non fatela avanzare!!

A te come è venuta? Bona sicuramente!

Mangiare una specialità a Livorno vuol dire “cinque e cinque”.

Per questa settimana la parola d’ordine è “cinque e cinque“.

Se capiti a Livorno per caso o come turista i posti dove puoi assaggiare questa specialità labronica non mancano. Infatti Dove vendono pizza di solito vendono anche la torta di ceci che unita ad un panino da vita ad un bel “cinque e cinque”.

Mi rivolgo ai forestieri nello specificare che per torta si intende Leggi tutto “Mangiare una specialità a Livorno vuol dire “cinque e cinque”.”

Un’inaugurazione da capogiro quella della Coop a Livorno. E tu? Non dirmi che non c’eri.

Se non eri all’inaugurazione della Coop a Porta a Terra a Livorno, vuol dire una sola cosa anzi due: o che sotto sotto non sei un livornese oppure che non ti senti uno di loro. Si inaugura il nuovo format, abbandona l’insegna “iper” per prendere quella di Coop il Mercato di Livorno.

Anche se Livorno il suo mercato ce l’ha e se avete dei dubbi su quale mercato andare, non abbiatene!

Ti stai chiedendo se noi ci siamo andati? Certo che c’eravamo e come possiamo perdercelo un evento così tanto atteso. Non sto scherzando. La città è stata travolta dalla pubblicità, completamente tappezzata dall’immagine di un piccolo pesciolino indifeso, Leggi tutto “Un’inaugurazione da capogiro quella della Coop a Livorno. E tu? Non dirmi che non c’eri.”