Dove porto oggi mio figlio? Livorno non è una città per bimbi.

Livorno non è una città per bimbi. Proprio così. Anche se qui bimbi si nasce e bimbi si rimane fino all’età di 40 anni, non sono molti i luoghi pensati allo svago del bambino. 

Dove porto oggi mio figlio di 2 anni ?

Questa è la domanda che ogni tanto mi assale e alla quale a volte non riesco a trovare risposta, sì perché di posti ce ne sono; tanti i locali, le piazze e le strade ma per i bambini ritrovarsi per giocare insieme, tra di loro è davvero difficile.

Difficile ma non impossibile se sei un genitore o un nonno dalla mente aperta e senza troppi schemi mentali.

Vi faccio un esempio, portereste mai il vostro bimbo a giocare a ridosso di un parcheggio? Bè rispondo io al posto vostro, ovviamente no. In un parcheggio, fa molto caldo, è solitamente un posto dedicato alle auto, in cui lo scorrere del traffico può generare fumi o smog, dove il parco deve essere delimitato altrimenti si rischia di finire in strada, e dove le temperature in genere sono molto alte di estate e poco riparate di inverno.

Ecco fatto non vi siete accorti che dando questa risposta ho fatto una lista di preconcetti, falsi miti e leggende. Sì perché a Livorno è nata una nuova moda, il parco giochi nasce al centro commerciale, anzi grazie al centro commerciale.

Due parco giochi recenti e nuovi

Abbiamo due esempi lampanti della  moda del momento e, un comune denominatore. In una parola le Coop: le vere dive indiscusse di questa città.

Una al quartiere La Rosa modernizzata da poco, conosciuta da tutti come la Coppina, offre un porco giochi da bimbi davvero singolare. I protagonisti qui sono una tartaruga, una rana, un insetto non bene identificato, ed un ragno. Sono alti fino alla pancia di un adulto e i bambini li adorano, possono salirci sopra e inventarsi storie fantastiche, ogni gioco offre caratteristiche diverse che permette molteplici modi di arrampicarsi, scendere o saltare. Per terra ci sono dei disegni astratti realizzati di gomma colorata anti-caduta, come va di moda adesso, che crea un’atmosfera divertente e a prova di scivolone. Degli alberelli  delimitano il perimetro, sono in attesa di diventare dei veri e propri alberi  per compiere la loro missione di fare ombra. Perlomeno a chi rimane seduto sulle panchine sotto a sorvegliare i piccoli giocare.

bimbi a testa all’ingiù

Se non fate troppo caso al fatto che tutto questo sorge in un parcheggio e dista un passo dalla strada allora è un bel posto per portare vostro figlio.

L’altro esempio di cui voglio parlarvi, lo potete ammirare al centro Levante, il nuovo centro commerciale che sorge tra La Rosa e la Leccia. Qua c’è un parco giochi per bambini davvero carino. Mi posso spingere oltre? Per me è il più carino di Livorno se avete bambini piccoli 0-3 anni. Curato, colorato, nuovo,  adatto ai piccolissimi, con giochi variegati e ben dislocati.  Qua hanno pensato bene di elevare dei piloni intorno agli angoli per coprire l’area dal sole cocente con delle vele ben tese. Una genialata*.

 

parco giochi al ” Levante “

 

Si accede al “parco” aprendo un minuscolo cancello della recinzione in legno. Recinzione necessaria perché, anche in questo caso, tutto è nato e si trova nel parcheggio.

Ed io che faccio.. non ce lo porto?

Ed io così critica e con la puzza sotto al naso, secondo voi ce l’ho portato il mio bimbo? E certo! Quando passiamo con la macchina lì vicino, il nostro piccolo inizia a battere le manine, a strepitare e urlare tutto contento. E quindi non ci pensi due volte ti fermi e ce lo porti cercando di non fare caso a cosa ti circonda. Macchine, ferro e cemento, pubblicità: un mondo artificiale.

Quanto vorrei posti dedicati ai bambini sicuri, all’ombra, e nella natura. Sotto alberi già grandi che con la loro innata capacità di fare ombra garantiscono il passaggio di animaletti, uccellini insetti e forme di vita, dove sui loro rami ti puoi arrampicare, dove impari a riconoscerli, a memorizzare i loro nomi e a capire le diverse caratteristiche di ciascuno. Occorre far entrare la natura nelle vite dei bambini fin da subito, è un loro diritto.

Tutto sta nell’inventiva dei genitori, non perdete mai quel senso del gioco che permette di rendere bello ogni luogo, poi però prendete coscienza e andate alla reale ricerca del bello.

———————————————————————————————–

*Genialata: in gergo livornese è un’esclamazione che si associa ad un’azione, idea o caratteristica geniale.