Modo poco conosciuto di salutare l’anno.

Con un metodo simpatico e divertente.

Se hai due minuti di tempo ti consiglio di fare un gioco poco conosciuto in famiglia che risulterà essere divertente e simpatico. Cose da abbandonare e buoni propositi per l’anno che viene. Nel video spiego come fare ad organizzare e raccogliere quelli che sono i momenti da abbandonare dell’anno appena trascorso e come scrivere invece quelle attività da promuovere per l’anno che ha bussato alle porte.

Se non hai due minuti, ne basta uno! Può risultare buffo o stupido mentre si scrive, ed è vero, ma quando dopo un anno ritroverete quel foglietto tutto stropicciato, vi garantisco che vi farete grosse risate. E solo allora capirete che sono stati due minuti spesi bene.

Questo modo poco conosciuto di salutare l’anno vi potrà dare nuove spinte, o nuovi spunti di riflessione. L’importante è farlo e divertirsi, e se condividete il momento con qualcuno in famiglia sarà anche più divertente! Noi lo abbiamo provato e vi garantisco che abbiamo fatto grosse risate.

Siate estrosi, osate almeno nei pensieri e nei desideri. Più sarete fantasiosi e più sarà divertente! Guardate il video e buon gioco a tutti.

Di che si tratta?

Il Gioco in questione è molto facile! Basta prendere carta e penna e sedersi a tavolino con chi desiderate. Ci sono una serie di frasi da raccogliere ed elaborare da suddividere nell’anno che se ne va e nell’anno che viene.

Questo è il procedimento: prendete un foglio di carte e dividetelo in due parti. Nella colonna di sinistra scriverete “anno che va 2018” nella colonna di destra invece scriverete “anno che viene 2019”. Ed il più è fatto!

Se non avete ancora preso carta e penna! Forza e coraggio io ti aspetto, ma non ancora per molto! Iniziamo nel descrivere cosa inserire nella colonna di sinistra: anno che va 2018

  1. canzone
  2. il giorno più brutto
  3. il giorno più bello
  4. realizzazione
  5. mi sento più grande perché..
  6. consapevolezze acquisite
  7. cosa hai lasciato o lasciato andare

Proseguiamo adesso a compilare invece la parte restante, quella di destra: anno che viene 2019

  1. aspettative
  2. desiderio
  3. cosa abbandonare
  4. cosa acquistare
  5. frase

Visto? Te lo dicevo che era facilissimo! Per concludere mettete in basso la data e infine le vostre firme! Così che l’anno dopo, quando lo leggerete non avrete nessuno dubbio e non potrete dire.. -“Ah no! Quello non lo posso aver scritto io!!”

Sarebbe bello fare una versione anche per la nostra bella città di Livorno. Adesso ci studio qualcosa per realizzare un foglio simile a quello appena descritto. Quello che abbandona e quello che si aspetta Livorno dall’anno che viene, se lo creo ve lo farò presente! Per il momento concentriamoci sul nostro foglio.

Vi Auguro un 2019 scintillante, pieno di momenti indimenticabili!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *