Incontro fortunato con Stefano Santomauro nel quartiere Venezia a Livorno

A Livorno anche se esci da solo non è mai veramente così, in questa città non cammini tra la gente, è come se tu camminassi insieme alle persone. Perché, vi state chiedendo? Ve lo spiego subito.

Basta una parola, un cenno una battuta e a volte un solo sguardo a innescare una bomba di chiacchere e discorsi e ti ritrovi a parlare con una, due, tre, o dieci persone, ed alla fine sembra che già vi conoscevate.

A noi ci è successo ieri sera quando, con Maik all’ora dell’aperitivo, ci siamo fermati da Sud, un bel locale che si affaccia sui fossi nel quartiere la Venezia. Finito il tagliere che avevamo ordinato e bevuto il vinello bianco si siede dietro a noi il comico livornese Stefano Santomauro!!!!

Noi abbiamo avuto il piacere di conoscerlo due anni fa alle stanze di Effetto Venezia, uno spettacolo che si tiene dentro la Fortezza Vecchia e che racconta attraverso diversi personaggi la storia e la realtà di Livorno. E così nell’ultima stanza usciva Stefano che interpretava un prigioniero da anni nelle segrete della fortezza, e con toni un po’ pazzi ci ha fatto morire tutti da ridere facendo acute osservazioni sui comportamenti dei nostri concittadini. Alcune delle sue battute ci sono rimaste stampate in testa come quella che i turisti a Livorno portano una malattia che è il lavoro, o che le case a porta a mare sembrano fatte con la lego.

Vinto un certo imbarazzo iniziale e quel senso di vergogna mi lancio verso di lui con il cellulare

:-“Sei il comico livornese? “Gli chiedo.

:-” Si ” Mi risponde.

Tolto ogni dubbio gli chiedo se possiamo farci un selfie, e scoppia in una risata. Mai nessuno gli aveva chiesto prima di fare un selfie fuori dai suoi spettacoli e a Livorno. Come ho detto prima è bastato un gesto che poco dopo ci siamo trovati a parlare di calcio, e mi ha fatto notare come Maik assomiglia a Neymar.

Ha svelato una sorpresa per questa edizione di Effetto Venezia dall’1 al 5 Agosto, lui ci sarà, e noi anche! Non possiamo perderci questa bellissima festa estiva.

Dopo aver bevuto tutti insieme uno shottino offerto da nn so chi, ci siamo salutati, con la promessa: ci rivediamo proprio qua se il Belgio vince i mondiali e sarò io ad offrire la cena!

Concludo dicendo: voglio che vinca il Belgio!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *